Il decreto è stato approvato dal Consiglio dei Ministri il 19/07/2012 (si legge sul sito dell’Associazione Nazionale degli Operatori e Responsabili della Conservazione Digitale), come da prassi entrerà in vigore 15 giorni dopo la sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Prima di descriverne i principali contenuti, è opportuno ricordare l’intera vicenda relativa alla certificazione delle Firme Digitali. Dal Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD) e il DPCM 30 marzo 2009, dove rispettivamente agli articoli 35 e 9 si specifica che tutti i sistemi di generazione delle firme digitali, comprese le soluzioni HSM, devono disporre di determinati requisiti di sicurezza. È proprio per questo motivo che il CAD affida all’Organismo di Certificazione della Sicurezza Informatica (OCSI) il compito di verificare che i sistemi di generazione delle firme siano conformi sia a quanto stabilito nell’allegato 3 della Direttiva 1999/93/CE, sia ad altre caratteristiche indicate nel DPCM 30 marzo 2009.

Con l'entrata in vigore del Decreto, la Firma Remota avente come dispositivo si sicurezza l’OTP, si conferma legittimamente valida, in attesa del completamento degli Iter di certificazione, accanto all'HSM Cosign di ARX saranno legalmente auto-certificati anche il LUNA PCI configured for use in LUNA SA 4.1 di Safenet e l'nShield Solo F3 PCIe HSM di Thales e-Security Ltd”.

 

Firma Digitale Aruba webcam

Seguici su Facebook

  • NEWS

    • La Firma Elettronica Avanzata diventa realtà!

      Dal 5 giugno obbligatorio l'adeguamento alle regole tecniche per la generazione, l'apposizione e la verifica delle firme elettroniche avanzata e qualificata, ma anche della firma digitale. Ora che le nuove regole tecniche sono state ufficialmente pubblicate,...

    • Il 30 giugno si può comunicare la PEC via Firma Digitale

      Restano solo pochi giorni alle Imprese Individuali italiane per la comunicazione dell'indirizzo di Posta Elettronica Certificata al Registro Imprese. Il 30 giugno 2013, scade infatti il termine indicato dal decreto legge sviluppo bis che ha esteso anche...

    • Lavori in corso per la Firma Digitale europea

      Nel 2014 arriverà il primo regolamento per l’interoperabilità delle Firme Digitali all’interno dei Paesi UE. Che consentirà di siglare contratti fra enti europei. E intanto in Italia si completa il quadro con l’approvazione delle regole tecnichePer adesso si...