La Legge 107/2015 “La Buona Scuola” ha stanziato a decorrere dal 2015, come specificato ai commi 121, 122 e 123, 381 milioni di euro per sostenere la formazione continua dei docenti e valorizzarne le competenze professionali.
Ogni docente di ruolo riceverà una carta dell'importo nominale di euro 500 annui per ciascun anno scolastico.

Il 12-11-2016 il MIUR ha pubblicato la comunicazione "Carta del Docente, come e quando spendere i 500 euro per l'aggiornamento". In sintesi:

  • i 500 euro per l’anno scolastico 2016/2017 saranno assegnati attraverso l’applicazione web “Carta del Docente”, che dovrebbe essere disponibile all’indirizzo http://cartadeldocente.istruzione.it (attualmente non attivo al 22-11-2016);
  • per registrarsi sull’applicazione e utilizzare la “Carta del Docente” è necessario ottenere l’identità digitale SPID. E’ già possibile richiedere le credenziali SPID presso uno dei gestori accreditati (es.: https://identitadigitale.infocert.it);
  • per ottenere nell'immediato l'accesso SPID senza muoversi da casa è possibile effettuare l'autenticazione con la propria CNS (richiedibile presso Firma-Digitale.EU)
  • attraverso l’applicazione ogni docente potrà generare dei “Buoni di spesa” per l’acquisto, presso gli esercenti ed enti accreditati, di prodotti editoriali, corsi di formazione, convegni e altri servizi che rientrano nelle categorie previste dalla legge;
  • le somme eventualmente già spese dal 1° settembre al 30 novembre 2016 dovranno essere registrate attraverso l’applicazione web e saranno erogate, a seguito di specifica rendicontazione, dalle scuole di appartenenza.

Attraverso il codice SPID, i docenti, potranno ottenere una personale identità digitale, fondamentale per la successiva registrazione sulla piattaforma online del Ministero, grazie alla quale, si potrà usufruire della “Carta del Docente” sulla quale saranno caricati i 500 euro. Per richiedere il codice SPID bisognerà fornire un valido indirizzo e-mail, il proprio numero di telefono, un documento di identità e la tessera sanitaria dove è incluso il relativo codice fiscale. Queste informazioni personali vanno allegate alla domanda del codice che potrà essere fatta all’ InfoCert, alle Poste Italiane, a Tim o Sielte. Ottenuta la propria identità digitale si potranno creare, sulla piattaforma preposta, dei bonus di un valore fino a 500 euro. Sarà possibile visionare, sul sito online, dove è possibile spendere i buoni nell’elenco tra i negozi, cinema, musei, ecc. Un sistema che nasce per rendere tutto più trasparente, che mira a spendere i soldi stanziati, in finalità idonee all’aggiornamento del settore scolastico, ma sicuramente più complesso per i docenti più anziani che non sono ancora ben disposti nell’utilizzare la tecnologia.

Ricodiamo che nel caso si scelga la modalità di ottenimento SPID on-line, è possibile utilizzare la firma qualificata o digitale, la carta nazionale dei servizi (CNS) abilitate per fare la richiesta.

 

Firma Digitale Aruba webcam

Seguici su Facebook

  • NEWS

    • Da Dicembre 2013, la trasmissione dei certificati su successione avverrà mediante Firma Digitale

      Dal 2 dicembre 2013 sarà attivata la trasmissione telematica del certificato di successione da parte del competente ufficio dell’Agenzia delle Entrate. La nuova procedura di trasmissione telematica riguarda il certificato di successione...

    • Vademecum processo amministrativo telematico

      Dal 1° gennaio 2017, dopo una lunga attesa costellata da semestrali rinvii, il processo amministrativo telematico è, finalmente, realtà. Nel tentativo di consentire ai Colleghi di prendere maggiore confidenza con il processo amministrativo...

    • Firma digitale in PDF

      In riferimento alla Deliberazione CNIPA n.45/2009, il formato PDF (ISO/IEC 32000) è stato riconosciuto pienamente valido per la firma digitale ai sensi dell'Art. 21, comma 15. Sono riconosciuti il formato di busta crittografica e di firma...